RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA A MILANO: PIU’ FACILE CON BE2 – 2019

FARE EFFICIENZA ENERGETICA E’ UN’OPPORTUNITA’

Ci siamo, è in discussione la nuova legge Finanziaria e ancora una volta ritornano gli interrogativi che ogni anno assalgono cittadini e contribuenti : saranno rinnovati gli incentivi fiscali ? In che misura?

Per questo è utile ricordare che nella nostra città esiste anche un altro importante strumento a supporto di chi volesse intraprendere un progetto di riqualificazione : il BE2, Bando per l’Efficienza energetica che proprio in questi giorni è stato pubblicato in una nuova versione.

Cos’è BE2?

Innanzi tutto è un’opportunità.

Non solo per i condomini, lo è per chiunque avesse un edificio da sottoporre a lavori di riqualificazione energetica. E volesse cogliere l’occasione di un contributo a fondo perduto da incassare direttamente al termine dei lavori …

BE2 è il Bando per l’Efficienza energetica del Comune di Milano, siamo alla seconda edizione.

Le risorse stanziate ammontano complessivamente a €. 22.250.000.

L’importo è a disposizione dei cittadini che si apprestano a effettuare lavori di rinnovo e in particolare di riqualificazione energetica, su edifici residenziali e con categorie catastali E3, E4, E6 ed E7.

Per le categorie E2 ed E5 (terziario e commerciale) e sono previsti incentivi per la realizzazione di pareti e tetti verdi.

Fondamentale la tempistica:  si invia la domanda per il contributo prima di iniziare i lavori e, avvenuto il controllo di tutta la documentazione, si avrà conferma della prenotazione e dell’importo concesso.

Al termine dei lavori sarà necessario fornire la documentazione finale e la somma prestabilita sarà versata direttamente al richiedente.

E’ facile ottenere l’incentivo?

Si, se ci si affida a tecnici qualificati, perché occorre predisporre un progetto che soddisfi i requisiti richiesti dal Bando.

Infatti, per l’invio della domanda, occorre effettuare la diagnosi energetica dell’edificio esistente ed il confronto con i risultati del progetto.

Occorre anche la valutazione economica dettagliata degli interventi previsti per l’isolamento e tutte le opere edili connesse.

Questo lavoro costituisce la parte principale della documentazione che deve essere inviata per richiedere la prenotazione dei fondi.

Come posso accedere ai fondi stanziati dal BE2?

Nel caso si intervenga con la posa di una coibentazione, ad esempio un cappotto termico, l’intervento di riqualificazione deve interessare più del 40% delle superfici disperdenti dell’edificio.

Di conseguenza occorre che si riducano in percentuale (30% e 20%) gli indici di prestazione energetica globale del fabbricato.

Questo fattore è discriminante, ma generalmente non costituisce un problema poiché i valori limite da rispettare per le singole srtutture coincidono quelli richiesti dal R.E. e dalla normativa vigente in regione Lombardia.

Gli interventi relativi agli impianti dovranno portare invece ad una efficienza globale media stagionale superiore ai valori minimi di legge e dimostrare la relativa riduzione delle emissioni di CO2.

A quanto ammonta il contributo per ogni progetto?

L’aggiornamento del Bando ha portato un incremento delle percentuali di contribuzione, migliorando ulteriormente le agevolazioni.

Per gli interventi sull’involucro, l’incentivo riconosciuto ammonta al 25% delle spese ammissibili.

Nel caso in cui il progetto preveda anche la realizzazione di una copertura verde l’incentivo sale al 30%.

Se l’intervento viene fatto principalmente sul sistema impiantistico, sostituendo il generatore a gasolio con caldaie a condensazione o pompe di calore,  l’incentivo sarà pari al 5% delle spese ammissibili. Ma gli interventi che comporteranno il passaggio da fonti energetiche fossili a fonti rinnovabili avranno diritto ad un contributo del 30%.

Il contributo si può ottenere solo per interventi eseguiti sull’intero edificio. Ma sulla restante parte di spesa sostenuta è possibile usufruire delle detrazioni fiscali previste dalle leggi finanziarie.

Per quali lavori?

Tra le spese ammesse alla richiesta di contributo si possono inserire:

  • opere necessarie all’installazione di fonti energetiche rinnovabili (pannelli solari e fotovoltaici)
  • sistemi di building automation
  • schermature
  • opere edilizie
  • spese professionali.

 

Fino a quando?

Il Bando è aperto sino all’esaurimento dei fondi. Ma siamo alla revisione della seconda edizione, il trend è positivo e quindi possiamo ritenere che ce ne sarà un’ulteriore.

Questo infatti è uno strumento molto efficace per migliorare la qualità del patrimonio edilizio esistente, risparmiare e ridurre le emissioni di gas inquinanti.

In ultima analisi Bando BE2-2019, unito alle possibilità di detrazioni fiscali per ristrutturazioni e risparmio energetico ed alla cessione del credito, pongono condizioni molto favorevoli per affrontare questi interventi riducendo significativamente l’impegno economico necessario.

Con questi strumenti il concetto di risparmio non è legato solo alla bolletta, ma a tutto l’iter di lavoro.

Infine accenniamo ai vantaggi di maggiore comfort e rivalutazione dell’immobile  e comprendiamo che sarebbe un peccato perdere opportunità come queste.

https://web.comune.milano.it/dseserver/webcity/garecontratti.nsf/WEBAll/94F656E3DE79A3B8C12584AA004C4DB9?opendocument

 

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.